Tel. 06/3610377
mail: legalecarlino@libero.it
skip to the main content area of this page
Medici professionisti e IRAP

SEMPRE IN TEMA DI IRAP


Con recenti circolari l'Agenzia delle Entrate ha chiarito i requisiti affinchè il medico professionista sia esente dal pagamento dell’Irap.
Per quanto concerne i medici di base, le attrezzature necessarie per l’esercizio della loro attività professionale convenzionata, non eccedono concettualmente il minimo indispensabile per l’esercizio della stessa, in quanto è la stessa convenzione che qualifica gli arredi e le attrezzature prescritte come indispensabili per l'esercizio della medicina generale.
Sul punto, con due recenti sentenze, la Corte di Cassazione ha stabilito che se un bene strumentale è indispensabile all’esercizio della professione medica, deve concettualmente ritenersi che lo stesso bene risponda anche al requisito della minimalità. Pertanto solo l’uso di beni ed attrezzature eccedenti detta minimalità saranno soggetti all’Imposta Regionale sulle Attività Produttive.

Diverse Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali si sono inoltre pronunciate negativamente sull’incidenza, in ordine all’obbligo di versare detta imposta, per la presenza di eventuali collaboratori di cui il medico si avvalga nello svolgimento del proprio lavoro.
Infatti detta collaborazione, da considerare solo strumentale ai fini operativi, nulla apporta in termini di Maggior produttività dell'attività professionale, per il semplice motivo che per legge , per lo stretto rapporto fiduciario esistente tra medico e paziente, la prestazione stessa può e deve essere effettuata esclusivamente dallo stesso medico e sotto il proprio controllo personale.
L’obbligo di versare detta imposta sussiste solo nel caso in cui il contribuente eserciti la propria attività professionale con organizzazione autonoma, costituita da capitale e lavoro, coordinati in modo da creare valore aggiunto senza l’apporto personale del professionista.

Pertanto, qualora il professionista si avvalga delle ordinarie attrezzature mediche nonché di un aiuto personale, come potrebbe essere ad esempio una segretaria, la stessa non è assoggettabile all’Irap, e per gli anni pregressi in cui il professionista ha effettuato erroneamente detti versamenti, egli ha diritto alla loro restituzione, diritto che dovrà essere accertato in sede giudiziaria, atteso che i ricorsi amministrativi non hanno, nella Maggior parte dei casi, avuto riscontro alcuno.

Eventuali novità sul punto verranno riportate il più rapidamente possibile su questo sito.

Dott. Fernando Targa.